Seguito da tanti, retweettato da tantissimi. Post, selfie e foto di Potus hanno fatto la storia della prima presidenza Usa 2.0. Ma cosa accadrà a questi profili ora che la prossima settimana alla Casa bianca ci sarà un nuovo inquilino?

Che sia Hillary Clinton seguita da 10 milioni di utenti su Twitter (@HillaryClinton) o il tycoon Donald Trump seguito da quasi 13 milioni (@RealDonaldTrump), tutto anche nel mondo digitale cambierà repentinamente. Ma quale sarà il confine fra account personali ed istituzionali in una realtà estremamente soggettiva quanto i social network?

img_0120

 

Dal 20 gennaio @Potus passerà al nuovo presidente, insieme agli account Instagram, Facebook e tutti quelli associati alla realtà amministrativa presidenziale.

La novità sarà quindi l’archiviazione di tutti i contenuti postati dal primo presidente social perché questi non saranno cancellati.

Verrà tutto gestito dal Nara (National Archives and Records Administration) e per la prima volta nascerà una biblioteca digitale di archivio per ciò che è stato postato sulle piattaforme digitali.

Un fatto inedito, ma per il primo presidente Usa che si è prestato sui social (e che ne ha ampiamente giovato per la rielezione), ne valeva certamente la pena.

@LolloNicolao

 

 

Annunci