Mentre Russia e Usa si contendono la Siria, la Cina costruisce ferrovie in Africa.

I cinesi da qualche anno stanno conquistando ampie fette di mercato in Occidente e cercano di governarlo attraverso i massimi brand dello sport e della moda e dell’edilizia. Un pragmatismo che alla lunga potrebbe garantire loro la leadership mondiale.

In tutta questa premessa hanno anche i mezzi per carpire segretamente informazioni sensibili, mettendo sul campo le più avanzate tecnologie.

700 milioni di smartphone Android sono sotto il controllo di tantissimi operatori che a Pechino si fanno inviare ai server milioni di dati.

Il New York Times ha dedicato un’inchiesta e adesso Shanghai Adups Technology Company, responsabile dello spionaggio, è nell’occhio del ciclone.

img_0208

Huawei, Zte e Blu sono le aziende soggette al software incriminato. I loro utenti sono soggetti al controllo per qualsiasi acquisto provenga da Play Store.

I vertici di google hanno chiesto alla Cina di rimuovere dai prossimi telefonini venduti il meccanismo di sorveglianza.

Già si sa che molti in Occidente monitorano le preferenze delle persone proprietarie di un cellulare Android, ma adesso queste attitudini sono in mano anche dalla Cina, come detto, insieme a tutto il resto.

@LolloNicolao

Annunci