I social network sono imputabili per la propaganda e il supporto materiale forniti al terrorismo? Per i parenti delle vittime della strage di Orlando dello scorso giugno sì.

Adesso Facebook, Twitter e Google (Youtube) sono citati in giudizio per un precedente che potrebbe cambiare la loro storia.

Wikisocial rilancia la cronaca raccontata da @LolloNicolao su “La Sestina“, sito di informazione online della Walter Tobagi.

Per leggere clicca qui.

img_0360

Annunci